Brambati: "Juve, vicenda Dybala ambigua. Lo sacrificherei per arrivare a Vlahovic"

22 Nov 2021 15:52Calcio

A Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è arrivato il momento dell'ex calciatore e procuratore Massimo Brambati.

Juventus in Champions dopo due vittorie consecutive in campionato. Dove è cresciuta?
"Non la vedo neanche io nel giro Scudetto, ma ho sempre detto che si deve parlare più avanti. E' troppo presto per cantare vittoria anche. L'Inter per me rimane la squadra più attrezzata, anche per mentalità. Il derby non l'ha vinto per un niente. Ieri è riuscita a portare a casa una vittoria importante ma è lì. La lotta è tra Inter, Milan e Napoli, ma il cammino della Juve non mi porta niente di ottimistico. Abbiamo visto la poca continuità della Juve già in stagione. Non è neanche fortunata con gli infortuni, vedi Danilo, per cui Allegri stravede".

Inter, Inzaghi con i cambi non è molto fortunato:
"Sarà un caso, ma ogni volta che fa i cambi non trova un plus ma un minus. Con la Juventus ha fatto entrare Dumfires ed è andato in sofferenza. Così come con la Lazio mi ha lasciato perplesso. Credo che ogni tanto Inzaghi dalla panchina o vede un'altra partita...".

Dybala è un problema per la Juventus?
"I grandi giocatori non sono mai un problema ma la vicenda è ambigua, non solo per il contratto ma anche per le condizioni fisiche. Quando rinnovi un contratto, devi vedere anche quante partite ha giocato negli ultimi anni. Quante partite ha fatto negli ultimi tre anni? Ogni tre per due si fa male...Io lo sacrificherei per arrivare a Vlahovic e puntare sul 4-3-3".

Napoli, tra Osimhen e Anguissa quale assenza peserà di più?
"Più Osimhen ma può pesare anche Anguissa. Petagna non è la stessa cosa, poi a centrocampo l'equilibrio Spalletti lo aveva trovato con Anguissa. La forza di un allenatore ora deve emergere, durante le difficoltà. Lui si è tenuto bene anche i giocatori fuori dall'undici titolare". 

Milan ko con la Fiorentina. Come commentare la partita?
"Faccio i complimenti alla Fiorentina. Anche alla Viola mancavano tanti elementi, soprattutto dietro. Ha messo in difficoltà Italiano la Juventus, l'Inter. Tatarusanu non è all'altezza di Maignan, non dà troppa sicurezza al reparto arretrato".

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy